Biotrekking

dove c'è natura


Lascia un commento

VILLA DORIA PAMPHILJ – Passeggiata naturalistica

Villa Doria Pamphilj è la più grande Villa di Roma ed anche il più grande Parco urbano con i suoi 184 ettari.

Conserva al suo interno numerosi reperti archeologici, ben inseriti nel paesaggio naturale grazie a un’ armoniosa connessione realizzata da giochi d’acqua.

La botanica del Parco si distingue per la presenza di numerosi alberi monumentali provenienti da tutto il mondo, che fanno da testimoni alle vicende storiche della villa.

E’ molto apprezzata e frequentata dai cittadini, ma allo stesso tempo è rifugio e riparo per la fauna selvatica.

Domenica 2 ottobre vi guiderò nel cuore della villa, a godere delle bellezze paesaggistiche e naturalistiche di uno dei posti più verdi e importanti di Roma.

  • Appuntamento: ore 10,00 Ingresso via Leone XIII
  • Durata del percorso: 2h circa
  • Cosa portare: Abbigliamento adeguato, scarpe comode e acqua

VISITA GUIDATA + SNACK

10 € Adulti / gratuito per bambini


Lascia un commento

LA MACCHIA MEDITERRANEA: piante aromatiche e officinali

Passeggiata naturalistica alla Pineta di Castel Fusano

A due passi dal mare, la Pineta di Castel Fusano ci porterà in una fitta vegetazione mediterranea sempreverde, fatta di mirti, ginestre, lentischi ed eriche, che possono emanare non solo un gradevolissimo profumo, ma grazie alla presenza di alcune sostanze contenute nelle loro foglie, fiori o frutti, possono essere molto efficaci nel trattamento delle malattie ed essere molto apprezzate nella nostra dieta.

Durante il percorso, avremo l’occasione di  approfondire il sapere sulle loro proprietà benefiche, sulle condizioni necessarie alla loro crescita e sul loro utilizzo in cucina e in medicina.

Fra le numerose piante che incontreremo, troveremo quelle utili per la cura della pelle, dei capelli o degli occhi e quelle con un effetto rilassante su tutto il corpo.

Il Parco è un’area protetta dal 1980 e si estende per 900 ettari a sud di Ostia sul litorale romano. Visitando il Parco si assiste a uno scenario suggestivo dato dall’incontro tra storia e natura, data la presenza di numerose testimonianze storico-archeologiche, immerse in una vegetazione rigogliosa.

  • Appuntamento ore 10:00 in via del Martin Pescatore 4 (davanti al Bar La casina del Bosco)
  • Durata del percorso: 2h
  • Cosa portare: Abbigliamento adeguato, scarpe comode e pranzo al sacco

VISITA GUIDATA + SNACK

12 € Adulti / gratuito per bambini

Ai soci del CRAL ISPRA e dell’Ass. Tiroidee verrà applicato uno sconto di €2,00 sul prezzo della visita


Lascia un commento

ANELLO DEL LAGO DI NEMI – Passeggiata naturalistica

Il Lago di Nemi fa parte del Parco Naturale Regionale dei Castelli Romani; si tratta di un piccolo lago vulcanico situato tra Nemi e Genzano.  Escursione naturalistica e suggestiva, dal centro storico del paese di Nemi alle rive del lago. Dalla Terrazza panoramica che si affaccia sul cratere vulcanico, si scende lungo un sentiero attraversato da castagni e latifoglie fino a raggiungere le sponde del lago, caratterizzate invece da una tipica vegetazione ripariale. Lungo il percorso troveremo fontanili, resti di una villa romana, l’emissario sotterraneo utilizzato per regolare il livello delle acque e non sarà insolito incontrare le colonie stanziali di germani e folaghe, ma anche numerosi altri uccelli acquatici svernananti (svasso maggiore, moriglione e gallinella d’acqua ecc..).

L’itinerario comprende una sosta al Museo delle Navi, dove sarà possibile visitare i resti di due enormi navi appartenute all’Imperatore Caligola e recuperate dal fondale del lago.

Informazioni tecniche

Difficoltà: MEDIA
Dislivello: 200 metri
Lunghezza: 6,3 Km

  • Appuntamento ore 9:00 P.za Roma (Nemi)
  • Durata del percorso: 5 h (percorso + sosta)
  • Cosa portare: Abbigliamento adeguato, scarpe comode, acqua e pranzo al sacco

Per chi avesse bisogno di un passaggio, PREVIA PRENOTAZIONE, il ritrovo è alla Metro Arco di Travertino alle ore 7:50.

VISITA GUIDATA + INGRESSO AL MUSEO + SNACK

15 € Adulti / gratuito per bambini

Ai soci del CRAL ISPRA e dell’Ass. Tiroidee verrà applicato uno sconto di €2,00 sul prezzo della visita


Lascia un commento

ROMA CITTA’ DELL’ACQUA – Aprile 2016

Roma fin dall’antichità era nominata “Città dell’Acqua” per la presenza del Tevere (che fino a metà dell”800 era celebre per la sua pescosità), per le numerose terme (Caracalla come punto d’incontro per la società romana) ed infine le imponenti opere idrauliche GLI ACQUEDOTTI, che avevano sia un’utilità sociale che una funzione architettonica.

Il PARCO DEGLI ACQUEDOTTI fa parte del Parco regionale dell’Appia antica. Si estende per circa 240 ettari, il suo nome deriva appunto dalla presenza di 6 degli 11 acquedotti romani, sia elevati che sotterranei che fornivano d’acqua l’antica Roma.

Dal punto di vista naturalistico il territorio del Parco è di origine vulcanica, con caratteristiche tipiche della campagna romana, una fitta vegetazione dalle virtù aromatiche e officinali che fornisce riparo e ospitalità a numerosi animali selvatici.

Una piacevole passeggiata fra le imponenti opere idrauliche dell’Antica Roma, per scoprire storia e bellezze naturalistiche di patrimonio romano di notevole interesse storico, naturalistico e paesaggistico.

  • Appuntamento ore 10:00 Metro Subaugusta (Bar Meo Pinelli)
  • Durata del percorso: 1h 30′
  • Cosa portare: Abbigliamento adeguato e scarpe comode

VISITA GUIDATA + SNACK 12 € Adulti / gratuito per bambini

Ai soci del CRAL ISPRA e dell’Ass. Tiroidee verrà applicato uno sconto di €2,00 sul prezzo della visita


Lascia un commento

2 FEBBRAIO – GIORNATA MONDIALE DELLE ZONE UMIDE

Le aree umide sono aree naturali caratterizzate dalla presenza permanente o temporanea di acqua stagnante o di un suolo impregnato di acqua. Secondo la definizione data dal DPR 13 marzo 1976, n. 448 della Convenzione di Ramsar, per zone umide si intendono “…le paludi e gli acquitrini, le torbiere oppure i bacini, naturali o artificiali, permanenti o temporanei, con acqua stagnante o corrente, dolce, salmastra o salata, ivi comprese le distese di acqua marina la cui profondità, durante la bassa marea, non supera i sei metri”.

Questi ambienti, che rappresentano particolari ecosistemi di passaggio dall’ambiente acquatico a quello terrestre, rivestono importanti funzioni ecologiche e detengono un alto valore naturalistico. Infatti, grazie ad alcune loro caratteristiche come quella di rappresentare un importante luogo di accumulo di risorse alimentari, permettere il rifugio, la sosta e la riproduzione di molte specie e avere la funzione di corridoi ecologici e migratori, esse favoriscono la fauna acquatica, che si presenta ricca di biodiversità e abbondante durante tutto l’arco dell’anno.

Purtroppo, la forte presenza di avifauna acquatica ha reso da sempre queste zone, luoghi prediletti per la pratica di attività venatoria, provocando non solo un forte disturbo per la sosta degli uccelli svernanti, ma anche l’accumulo di tonnellate di pallini di Pb nel sedimento, con conseguenze gravi di fenomeni di intossicazione e contaminazione.

Il 2 Febbraio si celebra la Giornata Internazionale per le Zone umide per ricordare l’importanza di queste aree, sia per il tipo di habitat che per le specie di importanza comunitaria presenti.

In Italia molte organizzazioni celebrano la giornata con numerose visite guidate e attività di birdwatching per osservare anatre, folaghe, aironi, limicoli e molte altre specie che affollano durante l’inverno le zone umide del nostro Paese, fulcro di importanti rotte migratorie tra Europa, Africa e Asia.

 


Lascia un commento

Anello del lago di Nemi – Trekking naturalistico

Escursione naturalistica e suggestiva, dal centro storico del paese di Nemi alle rive del Lago.

Il Lago di Nemi appartiene al Parco Naturale Regionale dei Castelli Romani, un piccolo lago vulcanico situato tra Nemi e Genzano.

Dalla Terrazza panoramica che si affaccia sul cratere vulcanico, si scende lungo un sentiero attraversato da castagni e latifoglie fino a raggiungere le sponde del lago, caratterizzate invece da una tipica vegetazione ripariale. Lungo il percorso troveremo fontanili, resti di una villa romana, l’Emissario sotterraneo utilizzato per regolare il livello delle acque e non sarà insolito incontrare le colonie stanziali di germani e folaghe, ma anche numerosi altri uccelli acquatici svernananti (svasso maggiore, moriglione e gallinella d’acqua ecc..).

L’itinerario comprende una sosta al Museo delle Navi, dove sarà possibile visitare i resti di due enormi navi appartenute all’Imperatore Caligola e recuperate dal fondale del lago. Nell’edificio museale sono esposti i materiali e la documentazione relativa agli scafi e alla storia del loro recupero.

  • Difficoltà: MEDIA
  • Durata: 5 ORE (percorso + sosta)
  • Dislivello: 200 metri
  • Lunghezza: 6,3 Km
  • Ritrovo: P.za Roma (Nemi)
  • Partenza: ore 9:30

Per chi avesse bisogno di un passaggio, PREVIA PRENOTAZIONE, il ritrovo è alla Metro Arco di Travertino alle ore 8:30.

Quota di partecipazione: 15 euro

Portare ACQUA, PRANZO AL SACCO a cura dei partecipanti e indossare ABBIGLIAMENTO ADEGUATO E SCARPE COMODE.

PRENOTAZIONE CONSIGLIATA!

PER PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI scrivere a biotrekkingroma@gmail.com o chiamare a 349.2205430.

In caso di condizioni climatiche avverse, l’escursione verrà annullata e seguirà comunicazione.

VI ASPETTIAMO!


Lascia un commento

Passeggiata di inizio Autunno al Parco della Caffarella

Percorso naturalistico a bassa difficoltà, per esplorare e conoscere le bellezze monumentali e naturalistiche del Parco della Caffarella. I colori e i profumi della stagione autunnale ormai alle porte, ci accompagneranno in una piacevole giornata a contatto con la Natura, lontano dal caos cittadino.

RITROVO: ore 10,00 Largo Tacchi Venturi (Ingresso Parco)

DURATA: 1h e 30′ circa + pranzo pic-nic preparato da Mithos la Taverna dell’Allegria.

QUOTA: Visita guidata+pranzo pic-nic
15 euro adulti
7 euro bambini

Un nuovo modo di visitare il territorio laziale sotto l’aspetto naturalistico, storico e culturale per la promozione di pratiche sostenibili di vita quotidiana volte al miglioramento della qualità della vita soprattutto in città!


Lascia un commento

ROMA CITTA’ DELL’ACQUA

Una piacevole passeggiata fra le imponenti opere idrauliche dell’Antica Roma, per scoprire storia e bellezze naturali di patrimonio romano di notevole interesse storico, naturalistico e paesaggistico.

La durata del percorso è di 2 ore circa, a bassa difficoltà.

Il ritrovo è alle ore 9,30 all’ ingresso del Parco di Tor Fiscale (area parcheggio) in via dell’Acquedotto Felice.

Si ricevono prenotazioni fino a sabato 12/09


Lascia un commento

Passeggiando fino a…Capo Colonna!

Il Promontorio di Capo Colonna è un luogo unico e affascinante sia dal punto di vista paesaggistico-costiero che storico-archeologico, motivo di orgoglio per la città di Crotone.

Custodisce uno dei siti archeologici più famosi della Calabria e fra i più conosciuti della Magna Grecia, immerso in un territorio di particolare interesse naturalistico, ecologico ed ambientale.

Il suo simbolo è la colonna di Hera Lacinia che si affaccia temeraria sul mar Ionio, un mare prevalentemente roccioso e con una ricca Biodiversità animale e vegetale.

L’ambiente marino rappresenta infatti per numerose specie, molte delle quali minacciate dall’estinzione, un’oasi di riproduzione, di riposo biologico e di riparo. Nel 1991 questo tratto di costa è entrato a far parte dell’Area Marina Protetta (AMP) di Capo Rizzuto, che ne garantisce la conservazione e la valorizzazione dell’ambiente sia marino che costiero.

Visitando il Parco si assiste a uno scenario suggestivo dato dall’incontro tra storia e natura, dove i resti archeologici vengono esaltati dai colori del mare e della vegetazione costiera.

 

L’intero peasaggio è caratterizzato da una vegetazione tipica delle scogliere rocciose, fatta da specie adattate a vivere sotto l’azione costante della salsedine marina.

Fra le specie mediterrane troviamo quelle aromatiche e officinali, divenute pregiate per il loro utilizzo nella tradizione popolare, ma non è insolito trovare piante a rischio di estinzione o piante esotiche importate dall’uomo e ormai naturalizzate.

 


Lascia un commento

PERCORSI NATURALISTICI – Primavera 2015

RITROVO:

22 MARZO: ore 9,30  Μetro Arco di Travertino

19 APRILE: ore 10,00 ingresso di via Salaria 275

25 APRILE 2 alternative:

  • ore 9,30  Μetro Piramide
  • ore 10,00 ingresso su viale della Villa di Plinio

1 MAGGIO: ore 10,00 Μetro Repubblica  (davanti alla Basilica di S.Maria degli Angeli e dei Martiri)

PER CIASCUN PERCORSO:

  • tempo di percorrenza: 2 ore
  • Difficoltà: bassa

Visita guidata + pranzo pic-nic 15€ adulti / 7€ bambini

Pranzo pic-nic BIO preparato da Mithos la Taverna dell’Allegria

Vi aspettiamo numerosi!